5 TIPI ROSSETTI CHE NON SOPPORTO E 1 CHE ADORO

1)Gli Appiccicaglossy, sono quelli appiccicaticci, attaccaticci, collosi che appesantiscono le labbra e che lasciano per l’appunto una sensazione vischiosa (ci metto in mezzo anche i lucidalabbra). Oltre al fatto che tendono anche a colare, se avessi voluto un effetto mieloso sulle labbra… avrei usato il miele, Brenda! (2) I “ciao, vado a farmi un giro sulla tua faccia”. Sono i rossetti troppo cremosi che, per il contatto con il calore del viso, colano irreparabilmente su qualunque cosa capiti loro a tiro. Che poi, è un attimo che finisca sul famigerato colletto di camicia… (3) I Desertificatori, ovvero: i rossetti super secchi. Già stenderli è un’impresa. E basterebbe fermarsi qui, ma no: una volta stesi i Desertificatori prosciugheranno la superficie delle vostre labbra fino a lasciarle cartaimpecorite e trasformarle nell’esatta replica della mummia di Nefertari. (4) I Rossetti-Fantasma. Sono i più subdoli della specie. Si presentano con una schiera di tonalità da far invidia ai colori Pantone e hanno un prezzo di mercato solitamente basso. Peccato che abbiano una resistenza di tipo… 20 secondi! Peccato manifestino la loro inutilità solo dopo averne comprati 10. (5) I Metallizzati, perché in generale non mi piacciono i trucchi perlati su di me.

Ecco invece 1 rossetto che ho acquistato di recente e che ho fatto mio: L’Oréal Paris Rouge Signature, IL rossetto liquido, sottile come un inchiostro e leggero come un velo. Per una come me a cui non piace sentirsi le labbra appesantite, la texture di L’Oréal Paris Rouge Signature è il rossetto ideale. Labbra perfette senza incappare nei fastidiosi effetti enunciati nella lista sovrastante. La sensazione è di labbra nude ma il suo finish intensamente matte e colorazione intensa raccontano tutta un’altra storia. Disponibile in 12 diverse nuances, L’Oréal Paris Rouge Signature non crepa, non cola e garantisce una lunga durata che sorprenderà anche le più affezionate ai rossetti classici.

prodotti-rouge-web
178