Sweet Jane

Da quasi un decennio si respira un’aria vintage, un malinconico guardare al passato, quando apparentemente lo stile era più chic, le donne più femminili, I maschi più uomini e tutti sembravano sorridere felici come in una fotografia in posa plastica degli anni ’50. Compaiono così in ogni angolo del pianeta feste a tema più o meno danzanti, dagli anni ’20 ai ’60 tutto è lecito. Ed eccoci a rovistare negli armadi delle nostre madri o nonne alla ricerca di gonne a ruota, tubini, collane di perle, e chi più ne ha più ne metta.

Detto questo, vi racconto che qualche mese fa sono stata invitata in una di queste feste, il riferimento era il mondo delle pin-up/anni 50-60, quindi per evadere dai soliti look alla Grease e Mad Men mi sono ispirata a Cristina Aguilera. Vi ricordate la canzone Candyman e il rispettivo video?

adorn-prodotti1

Per l’occasione ho scelto la versione Diner: camicetta rossa annodata, jeans con i risvolti, bocca rossa e unghie laccatissime, ho persino realizzato un bicchiere con un finto milkshake; il look si mette insieme da solo. O quasi, il tocco finale riguarda ovviamente i capelli con l’immancabile raccolto a boccoli che spunta dal bandana.

Non semplicissimo, ma qui corre in mio soccorso Adorn lo specialista in styling vintage.

Adorn Spray Termoprotettivo, protegge i capelli dall’inaridimento causato dal calore, è stato il prodotto fondamentale visto il massiccio uso di ferri a cui mi sono sottoposta; è proprio vero il motto: “ti piaci e non ti bruci”. In seguito ho applicato la Mousse Volumizzante Adorn per fissare l’acconciatura senza appiccicare. In poche mosse i miei capelli erano perfettamente acconciati, protetti, morbidi e luminosi e il mio look sensuale e fedele all’epoca rappresentata.

Ed eccola lì la mia Jane (sì mi sono data anche un nome), in una sala pullulante di Sandy Olsson prima maniera non è di certo passata inosservata, grazie soprattutto ad Adorn che mi ha garantito una tenuta perfetta per tutta la serata.

E per onor di cronaca devo rivelarvi: alla festa c’era anche una ragazza vestita da venditrice di sigarette ma tutte le scatole erano vuote, perché il fumo non è vintage, è solo fuori moda.

155